Scarica E Guarda

Scarica E Guarda

SCARICA VIDEO PROFESSORESSA PALPEGGIATA

Posted on Author Ducage Posted in Film


    Si torna a parlare della "sexy prof" di Monteroni, in provincia di Lecce, balzata alle cronache per due video in cui la si vede mentre permette. Video su prof palpeggiata a scuola. Lecce, inchiesta su filmato online. Sul video girato con un telefonino in un'aula di una scuola nel Leccese. Nuovo video hard su You Tube. Lei: "Umiliata, li ho fatti sospendere". Il sito sforna un altro video sulla docente di Monteroni: 15 secondi in cui si vede la donna in classe vicino la lavagna essere palpeggiata da uno.

    Nome: video professoressa palpeggiata
    Formato:Fichier D’archive
    Sistemi operativi: Android. iOS. MacOS. Windows XP/7/10.
    Licenza:Solo per uso personale
    Dimensione del file: 15.52 MB

    La ragazzina: "Il prof mi palpeggia". Con una confidenza in famiglia, un rifugio sicuro per una ragazzina di 11 anni che da un po' vede i fantasmi e sente la ferita dell'intimità violata da mani ruvide. Se il suo racconto è credibile, se davvero un insegnante ha allungato le mani sul suo corpo di bambina, lo diranno le indagini della Procura scattate quando i genitori hanno deciso di dare al segreto rivelato dalla figlia la forza di una denuncia ai carabinieri.

    Un'ombra comincia a stendersi sulla spensieratezza della ragazzina a novembre dello scorso anno. Lei frequenta la prima media in una scuola media di Ancona. Succede nell'ora di ginnastica, il professore, circa 60 anni, la tocca.

    Girato nella scuola privata in cui lavorava un anno fa, il videoclip tradirebbe la realtà.

    Ora, la supplente di matematica, è guardinga, il videoclip planetario è stato sul punto di mettere a rischio la sua serenità familiare. Con la certezza che avrebbe fatto il botto.

    Potrebbe piacerti:WHATSAPP DA ICLOUD SCARICA

    Al mattino presto, nel buio e nel silenzio della casa, scaricare il giornale sul tablet. Lo sguardo sul mondo.

    È preoccupata e la capisco. Non sono pochi i ragazzi che chiedono rispetto per le parti coinvolte, una tutela per la studentessa e per il docente.

    È la lettera aperta delle studentesse di Belle Arti di Napoli, pubblicata dalle attiviste di 'Non una di mano Napoli' su Facebook, in riferimento all'indagine della magistratura a seguito dello scandalo scoppiato.

    Lo sa perchè l'hanno fatto?

    Forse volevano vendicarsi di un suo modo troppo rigido di insegnare. Con me potevano parlare di tutto, sapevano che li avrei capiti".

    Nell'istituto dove insegna sanno quello che le è capitato nella scuola privata? State lontano mille miglia da me: vi ascolto, ma non voglio più nessuno vicino a me. Mi è bastato quello che è successo l'anno scorso".


    simile